Finto postino si intrufola in casa delle vittime per derubarle: in carcere 62enne con precedenti per omicidio e associazione mafiosa

Finto postino si intrufola in casa delle vittime per derubarle: in carcere 62enne con precedenti per omicidio e associazione mafiosa

MESSINA – I poliziotti delle Volanti di Messina hanno eseguito l’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari al Tribunale di Messina a carico di Claudio Ciraolo, 62 anni. L’uomo, che annovera precedenti per associazione mafiosa e omicidio, è ritenuto responsabile di una serie di furti in abitazione commessi nel capoluogo peloritano tra gennaio e giugno 2020.


La scrupolosa attività d’indagine della Polizia di Stato, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha permesso di risalire all’identità dell’uomo e di contestargli le responsabilità per ogni singolo episodio. Il 62enne, utilizzando sempre lo stesso modus operandi per far allontanare le sue vittime, presentandosi come postino con missive da firmare, è riuscito in più occasioni a entrare nell’abitazione presa di mira, arraffando quanto di valore.


In una circostanza, per assicurarsi ciò che aveva rubato e l’impunità, ha addirittura innescato una colluttazione con la vittima tentando di chiuderle la mano in una porta, provocandole delle lesioni.


L’analisi delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza presenti nelle zone interessate e le testimonianze acquisite hanno consentito l’identificazione del malvivente. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di ritrovare e sequestrare gli indumenti da lui indossati in occasione dei furti consumati, a ulteriore conferma della riconducibilità a lui stesso delle condotte delittuose.



Immagine di repertorio