Fase 3 in Sicilia: abolito il distanziamento sociale nel trasporto pubblico locale

Fase 3 in Sicilia: abolito il distanziamento sociale nel trasporto pubblico locale

PALERMO – Arrivano nuovi cambiamenti per quanto riguarda il trasporto pubblico locale. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, attraverso una nuova ordinanza, ha disposto l’eliminazione del distanziamento all’interno dei mezzi di pubblico trasporto.


Nell’ordinanza, la numero 26, si legge: “Nel rispetto delle misure di prevenzione e al contenimento dell’infezione di cui alle disposizioni nazionali vigenti in materia, è consentita l’occupazione del 100% dei posti a sedere e in piedi per i quali il mezzo è omologato, in deroga all’obbligo di distanziamento interpersonale. Le misure si applicano anche al trasporto pubblico regionale e locale e ferroviario, e al trasporto pubblico non di linea e servizi autorizzati (taxi, noleggio con conducente, noleggio senza conducente, sia automobilistico che bus, autobus a fini turistici)“.


Naturalmente, nonostante venga eliminato il distanziamento sociale, rimane obbligatorio l’uso della mascherina all’interno dei mezzi pubblici.



La Sicilia, così, è la quarta regione italiana, dopo Veneto, Liguria ed Emilia Romagna, a emanare un provvedimento del genere.

Immagine di repertorio