Extracomunitari aggrediti con ingiustificata ferocia con coltellate e colpi di casco: 4 minori in arresto

Extracomunitari aggrediti con ingiustificata ferocia con coltellate e colpi di casco: 4 minori in arresto

LICATA – Ieri, il personale del commissariato di Pubblica Sicurezza di Licata (Agrigento) ha arrestato quattro minori in esecuzione dell’ordinanza applicativa delle misure cautelari della custodia in carcere e del collocamento in comunità.

I ragazzi sono indagati per aver aggredito con ingiustificata ferocia, lo scorso febbraio, con altro soggetto non ancora identificato, due cittadini extracomunitari, rispettivamente di nazionalità egiziana e tunisina, colpendoli con calci e pugni e utilizzando un coltello e un casco, con le aggravanti di avere commesso il fatto in più persone riunite. Inoltre, sono indagati anche per avere, in concorso tra loro, portato fuori dalla propria abitazione due coltelli senza giustificato motivo.


I quattro minori, due ragazzi e due ragazze, hanno provocato alle loro vittime gravi ferite, per le quali si è reso necessario il loro ricovero nel nosocomio locale. A causa delle gravissime ferite riportate da uno dei due malcapitati presi di mira dal “branco”, per ragioni apparentemente futili, i sanitari si sono adoperati con estrema celerità per salvargli la vita, sottoponendolo a più interventi chirurgici.

Dei quattro minori arrestati, dopo le formalità di rito, così come disposto dall’autorità giudiziaria competente, due sono stati condotti all’istituto Minorile Malaspina di Palermo, mentre gli altri due per i quali è stata disposta la misura del collocamento in comunità, sono stati trasferiti in una struttura individuata dalla direzione dei Centri per la Giustizia minorili.



Immagine di repertorio