Ex Palazzo di cemento, lunedì confronto tra gli assegnatari di Librino e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici

Ex Palazzo di cemento, lunedì confronto tra gli assegnatari di Librino e l’assessore comunale ai Lavori Pubblici

CATANIA – Si terrà lunedì 13 prossimo a Librino (CT), nei pressi dell’ex Palazzo di cemento l’incontro tra le famiglie assegnatarie degli alloggi pubblici e l’assessore comunale ai Lavori pubblici Enrico Trantino. Parteciperanno anche i cittadini della Piattaforma per Librino, insieme alla responsabile Sara Fagone.


Per la segretaria generale del Sunia, Giusi Milazzo, si tratta di una “tappa importante del percorso che dovrà necessariamente concludersi con l’assegnazione degli alloggi alle famiglie. Lo chiederà il Sunia e lo chiederanno le famiglie all’assessore comunale. In ballo ci sono le somme che sono state destinate per il completamento dei lavori e gli impegni che ha assunto la ditta. Sarà soprattutto chiesta una data per la definitiva consegna dei lavori e di conoscere i criteri utilizzati per le assegnazioni“.


Servirà anche sapere quando saranno assegnati i lavori per il completamento dei tre piani bassi da utilizzare per sedi di uffici e associazioni – continua –. Le famiglie di Librino chiedono poi che la vigilanza del cantiere sia continuativa; crea infatti preoccupazione che l’area dei lavori in alcuni giorni appaia deserta. Il rischio è incoraggiare intrusioni indesiderate“.


Il Sunia aprirà il confronto non solo sulla realizzazione delle due Torri di Librino che renderebbero disponibili 144 alloggi ma anche sugli altri impegni di nuove realizzazioni di edilizia popolare e sociale assunti l’anno scorso dal sindaco, con la rimodulazione dei fondi del Patto per Catania.



Oggi più che mai l’impoverimento di migliaia di famiglie catanesi – conclude Milazzo – e il necessario cambio di prospettiva sulle priorità rende indispensabile investire in edilizia a canoni sostenibili“.

Immagine di repertorio