Estorsioni e traffico di influenza in carcere, sospesi due poliziotti penitenziari: 7 indagati nell’operazione “Money Back Guarantee”

Estorsioni e traffico di influenza in carcere, sospesi due poliziotti penitenziari: 7 indagati nell’operazione “Money Back Guarantee”

PALERMO – Due poliziotti penitenziari, Z.D. e M.F., del carcere Pagliarelli di Palermo sono stati sospesi in esecuzione di un’ordinanza cautelare che li vede protagonisti con l’accusa di traffico di influenze ed estorsione.


I due si dovranno presentare alla polizia giudiziaria e sono stati interdetti dal servizio per un anno. Nel frattempo, sono stati notificati avvisi di garanzia ad altre 5 persone, tra cui 3 agenti della polizia penitenziaria.


Pare che i soggetti in questione avessero promesso trasferimenti o la possibilità di superare le prove concorsuali agli aspiranti agenti, previo pagamento di un compenso (da 2 a 5mila euro).


L’operazione, coordinata dal Nucleo Investigativo Centrale della polizia penitenziaria, è denominata “Money Back Guarantee” e sono stati impiegati oltre al Nucleo Regionale di Palermo e al reparto di polizia penitenziaria di Pagliarelli anche i Nuclei Investigativi Regionali di Milano, Catanzaro e Cagliari.



Immagine di repertorio