Esponeva il contrassegno per disabili del marito morto da sette anni, denunciata una donna

Esponeva il contrassegno per disabili del marito morto da sette anni, denunciata una donna

ACIREALE – La polizia municipale di Acireale – in occasione della “Festa dei Fiori” che si è svolta negli ultimi giorni – ha notato un contrassegno per disabili, esposto in bella vista sul parabrezza di una autovettura parcheggiata in divieto, che presentava delle anomalie.

Dopo aver proceduto alla rimozione del veicolo, all’arrivo della proprietaria gli operatori si sono fatti consegnare il contrassegno sospetto e hanno scoperto che la donna esponeva una concessione rilasciata al marito 2006 (già scaduta nel 2011), il quale risultava deceduto nel 2010.

Il contrassegno, adeguatamente contraffatto, riportava invece una scadenza con validità in corso e riportava le generalità di una persona diversa dal marito. Per questo motivo, la signora S. E. è stata denunciata all’autorità giudiziaria per il reato di falso materiale.

“Questa attività rientra nel contesto dell’attività di contrasto che quotidianamente svolge il personale di questo comando di polizia municipale di Acireale nei confronti del fenomeno di abuso dell’utilizzo del contrassegno per disabili. Garantire i diritti e la mobilità dei soggetti diversamente abili rappresenta un segno di civiltà e un dovere prioritario per coloro che sono preposti a tale tutela”. Con queste parole il comandante della polizia municipale di Acireale, Antonino Molino esprime il proprio impegno e la ferma volontà di contrastare i comportamenti che possano, in qualsiasi modo, violare i diritti dei soggetti diversamente abili.

Commenti