Enna, mandato di arresto internazionale per rumeno condannato in patria: verrà estradato

Enna, mandato di arresto internazionale per rumeno condannato in patria: verrà estradato

ENNA – Ieri mattina gli uomini del commissariato di Piazza Armerina, diretti dal commissario capo Sergio Carrubba, insieme al personale della squadra mobile di Enna, diretta da vice questore aggiunto Gabriele Presti, hanno arrestato un cittadino di nazionalità rumena, Ghidu Vasile , 32 anni.

Sull’uomo pendeva un mandato di arresto europeo in relazione alla condanna definitiva inflitta dal tribunale di Buhusi (Romania), dovendo scontare la pena di tre anni di reclusione per il reato di furto aggravato.




Gli investigatori, ricevuta la segnalazione da parte dello S.C.I.P – servizio di cooperazione internazionale di polizia, hanno attivato gli accertamenti e hanno identificato immediatamente il ricercato dalle autorità rumene in una persona che lo scorso gennaio era stata arrestata nell’ambito dell’operazione di polizia “Sfântul Gheorghe”.

L’operazione aveva stroncato una banda di rumeni dediti a furti contro il patrimonio e che per tali fatti si trovava adesso destinato agli arresti domiciliari.

L’arrestato, dopo gli atti di rito, è stato portato nella casa circondariale di Caltanissetta a disposizione della procura generale di Caltanissetta. Nella corte d’appello di Caltanissetta di svolgeranno le procedure per estradare l’uomo nel paese di origine, dove dovrà scontare la pena inflitta in precedenza dagli organi giudiziari rumeni.

In foto Ghidu Vasile