Emergenza idrica, capodanno senz’acqua a Messina

Emergenza idrica, capodanno senz’acqua a Messina

MESSINA – Un capodanno di disagi per centinaia di famiglie messinesi, rimaste senz’acqua da più di una settimana a causa di solite perdite nella condotta idrica. 

Il guasto ha isolato dalla condotta il quartiere di Santa Lucia sopra Contesse, ad una decina di chilometri a sud del capoluogo peloritano.




È stato Francesco D’Uva, deputato del Movimento 5 Stelle, a dare l’allarme: sul suo profilo Facebook, infatti, ha accusato l’Amam (azienda attinente alla distribuzione d’acqua a Messina) di “mancanza di trasparenza nella gestione dell’impianto idrico”.

La risposta è arrivata direttamente da Luigi La Rosa, direttore dell’Amam, che ha fatto sapere di aver avviato le operazioni ai fini di individuare la perdita e risolvere il prima possibile questo problema: nell’attesa, sono state mandate alcune autobotti per rifornire le famiglie che sono rimaste senz’acqua.


Un evento sicuramente non nuovo ai cittadini peloritani che vivono questa situazione di disagio ormai da mesi: l’emergenza iniziò lo scorso ottobre, quando venne prestata una nave cisterna da 5000 tonnellate non senza le polemiche del Codacons; si proseguì poi con l’aumento dell’acqua nei supermercati messinesi fino ad arrivare allo scorso 6 novembre, quando il bypass della condotta idrica di Calatabiano (Catania) mise in ginocchio Messina.

Commenti