Emergenza casa, “confronto con IACP e Comune porterà i suoi frutti”

Emergenza casa, “confronto con IACP e Comune porterà i suoi frutti”

CATANIA –Il numero degli alloggi che saranno disponibili a breve e medio termine a Catania, è noto da tempo. Il Sunia di Catania, assieme agli altri sindacati del settore, si batte da anni per ottenere nuovi alloggi, e proprio alla vertenza sindacale si deve la conclusione positiva dei 144 alloggi ubicati a Librino che grazie anche al nostro impegno sono stati inseriti nel progetto del PON metro passando di fatto dalla proprietà dello Iacp a quella del Comune di Catania. Per questo a noi sembra che dal ‘Comitato casa per tutti’ non siano arrivate novità inedite“. La segretaria del Sunia di Catania (il sindacato degli inquilini) Giusi Milazzo, commenta così le notizie scaturite dall’occupazione dell’Ufficio casa e dal conseguente incontro con l’assessore ai Lavori pubblici.

Siamo inoltre convinti che il confronto in atto con Iacp e Comune di Catania, in seguito alla nostra mobilitazione che continuerà nel tempo, vedrà questa offerta di alloggi crescere – continua la Milazzo -. Nei prossimi giorni si terrà un confronto sulle politiche abitative; per quell’occasione abbiamo chiesto di ottenere un’informazione completa sugli alloggi che il Comune di Catania dovrà riqualificare proprio con i fondi del Pon metro, oltre quelli di cui si ha già da tempo notizia, così come siamo in attesa di conoscere il numero di alloggi temporanei che l’Istituto autonomo case popolari sta predisponendo affinché il Comune possa utilizzarli per le gravi emergenze. Siamo certi che la lotta per superare l’emergenza abitativa debba registrare un impegno costante e continuo, oltre che una capacità di proposta complessiva che molti non riescono ad avere. E non, al contrario, sporadiche iniziative spesso poco utili al raggiungimento di obiettivi concreti“.

Commenti