Droga in casa, arrestati tre fratelli: 28enne sferra pugno a carabiniere e gli frattura il braccio

Droga in casa, arrestati tre fratelli: 28enne sferra pugno a carabiniere e gli frattura il braccio

PALERMO – I carabinieri della Stazione Piazza Marina, con l’ausilio delle unità cinofile, nel corso di un servizio antidroga nel quartiere Albergheria a Palermo, hanno arrestato con l’accusa di resistenza, lesioni in concorso, procurata evasione, evasione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, 3 fratelli, F.G, M.G. e S.G., di 26, 27 e 28 anni, tutti volti noti alle forze dell’ordine.


I fatti risalgono a venerdì pomeriggio, quando i militari si sono recati nell’abitazione di S.G., già sottoposto alla detenzione domiciliare con braccialetto elettronico, e a seguito di perquisizione hanno rinvenuto 250 grammi di marijuana e un panetto di hashish.


Il 28enne, dopo aver tentato di disfarsi della droga, ha aggredito verbalmente e fisicamente i carabinieri, sferrando un pugno a un militare e provocandogli la frattura del braccio sinistro; di seguito, intervenuti anche gli altri due fratelli conviventi, S.G. è riuscito a fuggire liberandosi del braccialetto elettronico.



Dopo la colluttazione sono intervenute altre pattuglie e i due fratelli sono stati condotti in caserma e arrestati. La droga è stata sottoposta a sequestro e trasmessa al L.A.S.S. del comando provinciale per le analisi di rito.

Ieri mattina l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto dei due fratelli con rito direttissimo e disposto per loro la misura cautelare degli arresti domiciliari.


Sempre nella serata di ieri, dopo due giorni di incessanti ricerche e controlli a tappeto nel quartiere, i carabinieri hanno fermato e arrestato anche S.G. sorpreso lungo una via nei pressi della sua abitazione.

Questa mattina l’arresto è stato convalidato con rito direttissimo ed è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. Il carabiniere ferito si trova attualmente ricoverato nell’ospedale Civico e in settimana sarà sottoposto a intervento chirurgico.