Droga, denaro, armi e due serpenti vivi: perquisizione porta all'arresto di un 46enne cubano

Droga, denaro, armi e due serpenti vivi: perquisizione porta all’arresto di un 46enne cubano

Droga, denaro, armi e due serpenti vivi: perquisizione porta all’arresto di un 46enne cubano

PALERMO – I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato per furto aggravato, detenzione abusiva di armi bianche, coltivazione illecita di sostanza stupefacente e detenzione illegale senza la prescritta documentazione CITES di specie animali protette, G.G., 46enne, cubano, con regolare permesso di soggiorno.


I militari hanno effettuato una perquisizione nei pressi della stazione centrale, con ausilio di unità cinofila, rinvenendo e sequestrando :


  • oltre un kg di marijuana e 16 piante all’interno di una serra artigianale;
  • 400 euro in banconote di vario taglio, ritenute provento dell’illecita attività;
  • bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento e la coltivazione;
  • un machete, una balestra e una catana.

Nella circostanza, con l’intervento dei carabinieri del Centro Anticrimine Natura di Palermo, sono stati recuperati due serpenti vivi, un “boa constrictor” e un “python regius“, detenuti senza la prescritta documentazione.

Inoltre, è stato accertato, unitamente a personale ENEL, che l’immobile era collegato abusivamente alla rete elettrica.

L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere Lorusso-Pagliarelli di Palermo, in attesa di udienza di convalida, la sostanza stupefacente è stata inviata al Reparto Operativo di Palermo per le analisi di laboratorio.