Dramma a Librino: uomo si dà fuoco dopo litigio con la moglie. È in fin di vita

Dramma a Librino: uomo si dà fuoco dopo litigio con la moglie. È in fin di vita

CATANIA – Dolore forte, fortissimo, per una lite con la moglie. Tanto da darsi fuoco e scatenare il panico nel quartiere di Librino, a Catania.

Si tratterebbe di un pescatore di 34 anni, che verserebbe in gravissime condizioni di salute, poiché si è dato fuoco davanti all’abitazione dei suoi genitori. L’uomo, che inizialmente era stato scambiato per un 25enne, avrebbe litigato il giorno prima con la coniuge e si sarebbe recato dal padre, probabilmente per cercare conforto e per sfogarsi. Il parente dormiva al momento del suo arrivo e, per non disturbarlo, avrebbe detto alla sorella di voler ripassare più tardi.




Un “più tardi” che, tuttavia, non c’è stato: non appena uscito di casa, il pescatore si è cosparso di liquido infiammabile e ha appiccato il fuoco intorno alle ore 16 di questo pomeriggio, nei pressi della rotonda dell’ospedale San Marco.

A intervenire sul posto sono stati i familiari, che hanno cercato di spegnere le fiamme per salvare il 34enne: tempestivo l’arrivo anche dei sanitari del 118, che lo hanno stabilizzato per trasportarlo al centro Grandi Ustionati dell’ospedale Cannizzaro, tramite elisoccorso, e dei carabinieri della stazione di Librino, che stanno raccogliendo le prime testimonianze per ricostruire la dinamica di quanto accaduto.

Non si conoscono, al momento, le ragioni che avrebbero fatto scaturire il litigio di coppia.

(Immagine di repertorio)