Doppio furto in un’ora, fruga in auto di un poliziotto lasciata aperta: arrestato 19enne

Doppio furto in un’ora, fruga in auto di un poliziotto lasciata aperta: arrestato 19enne

COMISO – Ieri, venerdì 4 settembre, i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso (Ragusa) hanno proceduto all’arresto nei confronti di un giovane tunisino, M.A. diciannovenne, colto nella flagranza del reato di furto.


In particolare, un’agente del locale Commissariato, intorno alle 13,35, dopo aver concluso il turno di servizio, ha lasciato il proprio veicolo in sosta, non chiuso a chiave, a pochi metri dall’ingresso di un esercizio commerciale.


Poco dopo, dall’interno del negozio, ha notato la portiera della propria auto aperta e una persona dentro l’abitacolo intenta a rovistare; l’agente ha bloccato l’uomo che, nel frattempo, aveva già afferrato lo zaino contenente un tablet e altri effetti personali e stava per allontanarsi.


Successivamente, dopo aver richiesto l’ausilio della volante, il malfattore è stato condotto negli Uffici di Polizia per gli adempimenti
di rito.



Poco dopo un cittadino si è recato al Commissariato riferendo di aver subito un furto, poco prima delle ore 12,30, avvenuto con le stesse modalità di quelle del furto patito dal poliziotto. A supporto della propria denuncia, la vittima ha offerto un supporto magnetico contenente le immagini tratte da una telecamera di videosorveglianza che hanno immortalato le fasi salienti dell’evento delittuoso e dalle quali si è capito che si trattava dello stesso autore del furto commesso poco dopo ai danni dell’agente.

Di fronte all’evidenza dei fatti M.A. ha confermato di essere l’autore di tale ulteriore furto e ha fornito precise indicazioni che hanno consentito di ritrovare tutta la refurtiva rubata alla vittima, alla quale è stata successivamente riconsegnata.

Alla luce di tali evidenze, il soggetto è stato arrestato per il reato di furto e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, condotto presso la casa circondariale di Caltagirone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Immagine di repertorio