Dolori addominali, Daniela muore in ospedale a 49 anni: possibile decesso “per cause improvvise”

Dolori addominali, Daniela muore in ospedale a 49 anni: possibile decesso “per cause improvvise”

PALERMO – L’ospedale Villa Sofia, nel capoluogo siciliano, ha diffuso una nota in merito alle accuse rivolte al nosocomio in seguito al decesso della 49enne Daniela Santoro.

Secondo i dettagli emersi dal comunicato ufficiale, la donna, ricoverata per la prima volta lo scorso 27 agosto al Trauma Center dopo un incidente automobilistico, avrebbe riportato “un serio politrauma, un grave trauma toracico, contusioni polmonari, frattura scomposta dell’emitorace destro, pneumotorace, frattura della clavicola destra, frattura pluriframmentata della scapola”.



Due giorni dopo, la paziente era stata trasferita all’Unione Operativa Complessa di Chirurgia Toracica per il posizionamento di un drenaggio pleurico e successivamente, il 7 settembre, al Reparto di Pneumologia dopo aver mostrato segni di insufficienza respiratoria.

Il problema sarebbe stato risolto con un trattamento farmacologico e con ossigenoterapia e la 49enne sarebbe stata condotta nuovamente al reparto di Chirurgia Toracica, dove il 23 settembre sarebbe stata sottoposta a un intervento chirurgico di decorticazione polmonare. La vittima sarebbe stata dimessa circa una settimana dopo, il 30 settembre, apparentemente “in buone condizioni cliniche generali e ventilo-respiratorie”. Un incontro tra Daniela Santoro e i medici per un controllo era previsto per inizio ottobre, ma qualcosa è andata storta.


La mattina dell’11 ottobre la signora sarebbe giunta in ospedale intorno alle 6 del mattino, accusando forti dolori addominali. Dopo ben 3 Tac e la decisione di trasferire la paziente in un ambiente chirurgico, circa 24 ore dopo il suo secondo arrivo nel nosocomio la 49enne sarebbe stata colpita da afasia e sarebbe entrata in arresto cardiaco, rivelatosi mortale.

Secondo il nosocomio palermitano, quindi, la morte della donna sarebbe avvenuta “per cause improvvise. Sarà l’autopsia, però, a chiarire i dettagli della tragedia. L’ospedale avrebbe espresso il proprio cordoglio per quanto avvenuto e manifestato la propria volontà di collaborare con le autorità giudiziarie per far luce sul caso.

Immagine di repertorio