Distretto degli Agrumi di Sicilia: innovazione e cooperazione

Distretto degli Agrumi di Sicilia: innovazione e cooperazione

CATANIA – Innovazione, sviluppo sostenibile e cooperazione: sono queste alcune delle principali proposte del workshop organizzato dal Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia (con sede a Catania) che si è svolto oggi a Roma

Il distretto ha riunito nella sede del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali alcune associazioni di categoria (Agrinsieme, Fruit Imprese, Coldiretti) per progettare insieme strategie e obiettivi che riguardano l‘agrumicoltura siciliana e non solo.

agrumicoltura siciliana

L’obiettivo fondamentale consiste nel riuscire a valorizzare sempre di più le eccellenze agricole siciliane (che vantano tra l’altro ben quattro frutti a marchio Dop e Igp) attraverso l’uso di strategie comuni che possano favorire non solo la produzione ma anche e soprattutto la commercializzazione con interventi volti a una riduzione del carico fiscale e dei costi dei trasporti e dei mezzi tecnici.

 

Rosaria Barresi, assessore regionale all’agricoltura, punta invece l’attenzione sulla necessità di far conoscere le qualità nutritive e organolettiche degli agrumi siciliani a un consumatore globale che mostra sempre più interesse per gli aspetti nutritivi degli alimenti.

Quello che la filiera siciliana chiede al Governo è quindi una maggiore attenzione nei confronti delle imprese del settore affinché queste possano essere sostenute e aiutate sia nella produzione che nella commercializzazione dei prodotti.

 

 

Commenti