Dissequestrato il peschereccio siciliano bloccato in Tunisia: la “Nuova Maria Lucia” sta rientrando in Sicilia

Dissequestrato il peschereccio siciliano bloccato in Tunisia: la “Nuova Maria Lucia” sta rientrando in Sicilia

MARSALA – Dopo circa una settimana è stato dissequestrato dalle autorità Tunisine il peschereccio “Nuova Maria Lucia” di Marsala. L’imbarcazione, dopo le formalità di rito, è partita dal porto de La Goulette, in Tunisia, per poter far ritorno in Sicilia.


Il peschereccio, lo scorso 23 luglio, è stato bloccato e poi sequestrato da una motovedetta della Marina della Repubblica Tunisina. A bordo dell’imbarcazione erano presenti l’armatore, Giuseppe Michele Fumusa, e altri tre membri dell’equipaggio.


La causa del sequestro sarebbe da addebitarsi al fatto che, secondo quanto detto delle autorità tunisine, i pescatori avrebbero gettato le reti da pesca in acque territoriali della Tunisia.


La vicenda, sin dai primi momenti, è stata monitorata dal comando generale della Capitaneria di Porto di Roma.



Immagine di repertorio