Degrado e insicurezza tra piazza Mancini Battaglia e Lungomare, Campisi: “Senza vigilanza il lungomare resterà sempre un disastro”. FOTO

Degrado e insicurezza tra piazza Mancini Battaglia e Lungomare, Campisi: “Senza vigilanza il lungomare resterà sempre un disastro”. FOTO

CATANIA – Salvare piazza Mancini Battaglia e il lungomare di Catania dal caos continuo e dalle code chilometriche. Questo l’appello che, Alessandro Campisi e Adriana Patella, consiglieri della municipalità di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio”, avanzano attraverso un comunicato, con lo scopo di avere due dei luoghi più caratteristici di Catania sicuri, fruibili per tutti e assolutamente decorosi.

“Oltre a piazza Mancini Battaglia in preda all’abusivismo e alla doppia fila, oltre al lungomare con le piazze transennate da anni e mai messe in sicurezza, oltre alle Garitte usate come bagni, oltre ad una piazza Europa gravemente danneggiata, oltre una corsia riservata per i ciclisti che rappresenta in qualche caso una scorciatoia o un parcheggio per le auto e gli scooter – commenta Alessandro Campisi nel suo comunicato – con la consigliera Patella, commenta abbiamo più volte segnalato la mancanza di presidi delle forze dell’ordine”.



Secondo il consigliere un maggiore controllo del territorio permetterebbe di migliorare il problema del traffico che attanaglia la zona: “Pattuglie che potrebbero evitare ai soliti furbi di bloccare ogni giorno la mobilità in una delle principali porte d’ingresso di Catania”.

Per non parlare della situazione del decoro urbano in zone del quartiere che, sempre secondo il consigliere, sono diventate luogo di ricovero per senza tetto e che rappresentano un pericolo in caso di incendi: “Non solo, sul viale Ruggero di Lauria, all’interno di una vecchia centralina, ci sono dei locali trasformati in bivacchi di fortuna da poveri disperati che si sono costruiti perfino una cucina provvisoria. Cosa succederebbe se queste sale, piene di vecchi stracci e materassi, prendessero fuoco? Il traffico si paralizzerebbe e sarebbe il caos per tutto il quartiere”.

Un appello che dovrebbe coinvolgere tutti dalle istituzioni, ai cittadini e gli abitanti della zona: “Per questo lanciamo un appello e invitiamo associazioni, comitati, amministrazione comunale e semplici cittadini a creare un fronte compatto per recuperare alcuni dei principali simboli del lungomare di Catania. Luoghi molto amati dalle famiglie con una forte vocazione turistica e commerciale. Dalla zona sud del viale Africa fino a piazza Mancini Battaglia i problemi sono tanti e riguardano soprattutto la viabilità e il vandalismo”.

Infine, chiosa Alessandro Campisi: “Che sia il viale Ruggero di Lauria oppure il viale Artale Alagona, attraversare la strada, soprattutto la sera, spesso vuol dire rischiare di essere investiti. Cosa fa in queste condizioni l’amministrazione? Cosa aspetta ad intervenire? Va bene gli interventi strutturali ma senza una vigilanza attiva (un connubio forze dell’ordine e telecamere) il lungomare resterà sempre un disastro per tutti”.

Commenti