Dalla strada all’ospedale, dopo maxi rissa corrono al Pronto Soccorso ma ritrovano i “nemici”

Dalla strada all’ospedale, dopo maxi rissa corrono al Pronto Soccorso ma ritrovano i “nemici”

PALERMO – Una violenta rissa è scoppiata oggi a Palermo, dove ben 7 persone – ora sotto denuncia – sarebbero rimaste coinvolte in uno scontro tra famiglie.

Le botte sarebbero iniziate per strada, in via Sacco e Vanzetti, ma poi sarebbero continuate anche all’interno dell’ospedale: questo perché i “contendenti”, dopo essere stati bloccati dalle forze dell’ordine, si sarebbero ritrovati nella stessa sala d’attesa dello stesso pronto soccorso, il Buccheri La Ferla, pronti a ricevere le adeguate cure mediche.



Cure che avrebbero tardato ad arrivare perché i coinvolti avrebbero ricominciato a picchiarsi con maggiore ferocia e violenza, tanto da suscitare nei presenti un enorme senso di paura, mentre i tre uomini e le quattro donne facevano “schizzare” sangue (secondo alcune indiscrezioni) in giro per la sala tanto forti erano i colpi.

Le violentissime botte hanno portato molti di questi ultimi a diversi giorni di prognosi: un uomo ha riportato la frattura di due costole e alcune ferite (20 giorni di prognosi), 5 giorni per una donna a causa di un trauma cranico, 8 giorni a un’altra donna per una ferita al braccio, una donna è stata dimessa con 5 giorni di prognosi per una ferita lacero-contusa al collo ma anche un uomo che si è fratturato il mignolo della mano destra e dovrà restare a riposo per 20 giorni.


Immagine di repertorio