Nuovo crollo nei pressi del viadotto “Scorciavacche”

Nuovo crollo nei pressi del viadotto “Scorciavacche”

PALERMO – È l’ennesimo cedimento del manto stradale, quello avvenuto sulla strada statale 121, a poca distanza dal viadotto Scorciavacche, crollato pochi giorni dopo l’apertura del tratto autostradale.

È quanto si apprende dalla denuncia fatta dall’agenzia Adn Kronos, confermata poi dall’Anas.

L’Anas afferma che “così come previsto, non appena l’area sarà dissequestrata, il contraente generale dovrà ripristinare l’intero rilevato, con costi dell’intervento interamente a suo carico. Inoltre, sulle base delle responsabilità, così come saranno accertate anche dalle commissioni di esperti nominate da Anas e ministero delle Infrastrutture, saranno avviate le azioni legali per il recupero del danno subito, compreso quello di immagine”.

La procura di Termini Imerese, avvertita del nuovo cedimento, dopo aver sottoposto l’area a sequestro probatorio, ed aver affermato che questo “non presenterebbe alcun pericolo per l’incolumità”, ha aperto un’inchiesta.

 

Commenti