Corruzione trasporti marittimi: minacce di Fazio a dirigente

Corruzione trasporti marittimi: minacce di Fazio a dirigente

PALERMO – Nuovi sviluppi in merito alla vicenda riguardante la corruzione nell’ambito dei trasporti marittimi.

Dopo essere stati coinvolti anche il presidente della regione Crocetta e il gruppo Franza, adesso vengono fuori nuovi dettagli in merito al deputato regionale e candidato sindaco a Trapani Girolamo Fazio, arrestato ieri per corruzione insieme all’armatore Ettore Morace e al consulente regionale Giuseppe Montalto.

Fazio minacciò la dirigente regionale Dorotea Piazza dopo l’annullamento del bando per i servizi marittimi per le Egadi e le Eolie del 2015 dichiarando: “La pagherai cara”. Oltre a ciò è emerso anche che il sottosegretario Simona Vicari nel 2016 presentò un esposto in procura riguardo ai rapporti, molto stretti, tra Fazio e Morace.

In seguito a quanto accaduto, Fazio viene presentato come un asservito morale agli interessi privati e soprattutto economici di Morace, anche se il candidato ha sempre messo in discussione l’affidabilità dell’armatore.

Commenti