Coronavirus, tamponi in auto a chi è rientrato dal Nord ma solo dopo l’isolamento

Coronavirus, tamponi in auto a chi è rientrato dal Nord ma solo dopo l’isolamento

SIRACUSA – Con l’ordinanza numero 7 del 20 marzo, la Regione Siciliana ha messo in atto delle misure di contenimento della diffusione di Coronavirus.

Oltre alla registrazione obbligatoria sul sito per tutti coloro che sono rientrati sull’Isola dal 14 marzo 2020, sarà necessario comunicare al medico di famiglia o al Pediatra di Libera Scelta, al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale competente tale fatto.


Di seguito sarà obbligatorio isolamento domiciliare. Queste misure sono già note alla maggior parte dei cittadini. Ma cosa succede alla fine di questo periodo di isolamento? 

L’Asp di Siracusa ha messo in atto un’organizzazione che prevede che coloro che terminano la quarantena verranno sottoposti a tamponi, ma non a domicilio. Le persone che dovranno sottoporsi al test verranno contattati e invitati a dirigersi in sedi allestite appositamente. Là verrà effettuato il tampone rinofaringeo.



A comunicare ai soggetti interessati dove recarsi per sottoporsi al tampone, saranno direttamente le Asp e il prelievo verrà eseguito direttamente dall’auto. Questa misura è già stata applicata in Germania e pare stia avendo risultati positivi in materia di contenimento.

Immagine di repertorio