Coronavirus, due pazienti dimesse a Caltagirone: donna festeggerà i 90 anni a casa per Pasqua

Coronavirus, due pazienti dimesse a Caltagirone: donna festeggerà i 90 anni a casa per Pasqua

Coronavirus, due pazienti dimesse a Caltagirone: donna festeggerà i 90 anni a casa per Pasqua

CALTAGIRONE – Verranno dimesse oggi pomeriggio, dall’UOC di Malattie Infettive dell’Ospedale “Gravina”, le prime pazienti Covid.


Sono una donna residente nel Catanese, che il giorno di Pasqua festeggerà a casa 90 anni, e una donna di 76 anni, dell’Agrigentino.


Per loro i tamponi di controllo sono risultati negativi e da oggi faranno rientro a casa.

Entrambe le pazienti sono state trattate con terapia standard che combina l’utilizzo di azitromicina, idrossiclorochina e antivirale.

Ringrazio tutto il personale per il grande lavoro svolto e per l’esemplare livello professionale espresso – afferma il dott. Maurizio Lanza, direttore generale dell’Asp di Catania -. I risultati ottenuti confermano la correttezza delle procedure adottate e dei livelli organizzativi attivati al ‘Gravina’. Un merito che va all’intera squadra impegnata in prima linea e alla Direzione medica del Presidio“.

Le due donne sono state ricoverate a metà marzo nella struttura, la prima ad essere operativa nella provincia di Catania, con una dotazione di 50 posti letto di Malattie infettive per ricoveri Covid e 8 posti letto di Terapia Intensiva, sempre dedicati Covid, che da domani verranno alzati a 10 posti letto.

L’ospedale ‘Gravina’ ha risposto con grande generosità e professionalità – aggiunge il dr. Antonino Rapisarda, direttore sanitario dell’Asp di Catania – assicurando le cure e l’assistenza necessaria ai pazienti Covid. Non dimentichiamo, inoltre, che l’Ospedale è attivo e, assicurando percorsi separati e in sicurezza, continua a erogare agli utenti tutti i servizi urgenti, in particolar modo quelli relativi alle reti tempo dipendenti (ictus, frattura di femore e infarto)”.

Per altri 8 pazienti, guariti clinicamente, si è in attesa del secondo tampone di controllo e, se confermato il responso negativo del primo, saranno dimessi nei prossimi giorni.

Siamo molto soddisfatti per i risultati che stiamo conseguendo – dichiara il direttore del reparto mdi Malattie Infettive, dr. Salvatore Bonfante -. Alle due pazienti dimesse rivolgiamo i nostri auguri. Ringrazio anche i miei collaboratori, gli operatori del reparto e i colleghi delle Unità Operative che con noi condividono le procedure di gestione dei pazienti Covid. È un lavoro di squadra del quale siamo orgogliosi“.

Allo stato, sono 36 i pazienti ricoverati nell’UOC di Malattie Infettive di Caltagirone, di cui 30 per Covid; sono, inoltre, 3 i pazienti Covid ricoverati in Terapia intensiva.