Coronavirus, c'è la prima vittima siciliana a Treviso. La Procura apre un'inchiesta - Newsicilia -->

Coronavirus, c’è la prima vittima siciliana a Treviso. La Procura apre un’inchiesta

Coronavirus, c’è la prima vittima siciliana a Treviso. La Procura apre un’inchiesta

MESSINA – Il Coronavirus miete la prima vittima siciliana: si tratta di una donna di 76 anni, Luciana Mangiò, deceduta all’ospedale Ca Foncello di Treviso.

La vittima, che pare da tempo vivesse in un paese di Treviso, era arrivata al Pronto Soccorso lo scorso 7 febbraio. Secondo una nota stampa emessa dall’Ulss 2: “La paziente, affetta da obesità, presentava un grave scompenso cardiaco. Ricoverata in Geriatria, era stata sottoposta a tutte le necessarie terapie. A seguito dell’aggravamento dello scompenso cardiaco, con peggioramento delle condizioni generali, la paziente era stata trasferita in Rianimazione dove, alle 18,10, è sopraggiunto il decesso, per il grave scompenso cardiaco. L’Ulss 2, applicando il protocollo generale relativo al Covid-19, aveva effettuato il tampone sulla paziente, risultato positivo. I pochi contatti extraospedalieri della 75enne sono stati tutti già individuati e isolati a domicilio. Sono in corso, all’ospedale di Treviso, le azioni di sorveglianza sul personale entrato in contatto con la paziente e di riorganizzazione interna, seguendo le linee guida previste“.


Intanto la Procura avrebbe aperto un’inchiesta.

Immagine di repertorio