Controllo sul territorio: tre uomini in manette per "spaccio" - Newsicilia

Controllo sul territorio: tre uomini in manette per “spaccio”

Controllo sul territorio: tre uomini in manette per “spaccio”

PALERMO – Dopo un controllo del territorio finalizzato al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, i carabinieri del comando provinciale di Palermo che ha interessato sia il capoluogo che la provincia, hanno arrestato, in differenti circostanze, tre persone:

  • Un uomo, Umberto Sammaritano di 40 anni, palermitano, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente dai carabinieri della stazione Altarello di Baida. A seguito di una perquisizione domiciliare, i carabinieri, hanno trovato, nella camera da letto, all’interno di un cassetto, 65 grammi di cocaina, 4 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi, 11 grammi di crack e la somma di poco meno di 700 euro ritenuto provento dell’attività illecita. L’uomo è stato portato al carcere di Pagliarelli;
  • Nel quartiere “Sperono”, Alberto Cannia di 33 anni palermitano, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Brancaccio essendo stato notato mentre era intento a cedere due dosi di hashish a due soggetti, segnalati come assuntori. L’uomo, sottoposto alla perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 77 grammi circa di hashish, suddivisi in dosi, nonché della somma di 20 euro provento dell’attività delittuosa. Il 33enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Dopo la convalida dell’arresto l’uomo è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
  • I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Monreale, a Torretta, hanno arrestato Salvatore Gambino, di 24 anni del posto. Dopo la perquisizione domiciliare i carabinieri hanno trovato all’interno di una cassaforte, in cucina, una dose di marijuana, del peso complessivo di circa 1,6 grammi, due panetti di hashish del peso complessivo di circa 137 grammi, due stecche di  hashish del peso complessivo di quasi 5 grammi, una lama intrisa di sostanza stupefacente, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento e 340 euro in banconote di vario taglio. L’uomo è stato tratto agli arresti domiciliari a casa sua in attesa del rito direttissimo, conclusosi con la convalida dell’arresto e la sottoposizione alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.