Controlli incessanti in tutto il territorio: giovane trovato in possesso di un coltello, a un altro ritirata la patente di guida

Controlli incessanti in tutto il territorio: giovane trovato in possesso di un coltello, a un altro ritirata la patente di guida

ENNA – Il Comando Provinciale dei carabinieri di Enna ha predisposto, per la settimana appena trascorsa, un piano straordinario per il controllo del territorio, il quale ha previsto, oltre ai servizi di pattuglia dei reparti territoriali della provincia, anche l’impiego di unità di rinforzo dei militari della Compagnia di Intervento Operativo (C.I.O.) del 12° Reggimento CC “Sicilia” con sede a Palermo.

Si tratta di un reparto in grado di raggiungere qualsiasi località e di rendere operativi in breve tempo, rafforzando l’azione di controllo del territorio delle Stazioni. Di fatto ci si trova di fronte a una risorsa strategica, specializzata nei pattugliamenti, posti di blocco, rastrellamenti, assicurando supporto agli organi investigativi nel corso di maxi-operazioni contro la criminalità.



Tali reparti contribuiscono ad alimentare la “forza di pronto impiego” del Ministero dell’Interno, per lo svolgimento di operazioni straordinarie di contrasto alla criminalità diffusa, infiltrazione terroristica e dell’immigrazione clandestina.

Nello specifico, il territorio di Piazza Armerina è stato oggetto di mirati servizi di controllo straordinario svolti dall’Arma dei Carabinieri, finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati. Tale attività ha riguardato le aree ritenute più a rischio, in particolare nei territori di Barrafranca e Pietraperzia, oltre che la città dei mosaici.


I risultati conseguiti sono stati i seguenti: 175 automezzi e 210 persone controllate, 21 gli esercizi pubblici ispezionati, 18 le contravvenzioni al Codice della Strada elevate, 71 le persone controllate poiché sottoposte agli obblighi di legge.

A Piazza Armerina, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, congiuntamente a personale della C.I.O. del 12° Reggimento “Sicilia”, nel corso dei controlli del territorio nella zona interessata dalla movida, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Enna un giovane poiché, a seguito di perquisizione veicolare e personale, è stato trovato in possesso di un coltello, successivamente sequestrato, senza giustificato motivo.

Invece, a Barrafranca i carabinieri, nell’ambito di mirati controlli antidroga, hanno fermato un’auto con a bordo un 29enne del posto. Insospettiti dall’atteggiamento nervoso del ragazzo, i militari hanno proceduto a una perquisizione veicolare e personale che ha consentito di trovare, all’interno di un contenitore di tabacco, circa 1,30 grammi di marjuana.

Il giovane, pertanto, è stato segnalato al prefetto di Enna per uso personale di sostanze stupefacenti, con conseguente ritiro della patente di guida.

Immagine di repertorio