Controlli in centro storico: agenti arrestano un pregiudicato ghanese con permesso di soggiorno scaduto

Controlli in centro storico: agenti arrestano un pregiudicato ghanese con permesso di soggiorno scaduto

PALERMO – Gli agenti del commissariato di Pubblica Sicurezza Oreto – Stazione ieri pomeriggio, in cortile delle Bisacce, hanno arrestato Abubakari Damba Agonba, cittadino ghanese 24enne senza fissa dimora, pluripregiudicato, in possesso di un permesso di soggiorno scaduto.


Numerosi i reati contestati allo straniero: violenza, resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, porto d’armi e ricettazione.


L’arresto è scaturito dagli ininterrotti controlli effettuati dalla Polizia di Stato in questa delicata zona del centro storico cittadino, spesso interessata da episodi di criminalità predatoria. Gli agenti, mentre transitavano davanti al cortile delle Bisacce, hanno notato tre uomini stranieri intenti a discutere tra loro. In particolare, uno dei tre, alla vista dei poliziotti, con uno scatto fulmineo ha lanciato al di là di una inferriata un involucro di colore azzurro, poi accertato essere un ovulo contenente 5 grammi di eroina.


Sentendosi colto in flagranza, lo straniero ha cercato di sottrarsi al controllo dei poliziotti, che ha spinto e colpito per tentare di assicurarsi la fuga. Solo dopo un’impegnativa colluttazione, i poliziotti sono riusciti a bloccarlo.



All’interno di uno zaino in suo possesso sono stati trovati 2 coltelli, 1 involucro in cellophane con all’interno sostanza stupefacente verosimilmente eroina, un Iphone di colore bianco di cui lo straniero ha disconosciuto la proprietà, senza però riuscire a indicarne la provenienza; 16 collane/braccialetti di finte perle contenute all’interno di un panno in velluto di colore blu. Tutto è stato sequestrato poiché provento di refurtiva.

Allo scopo di recuperare l’involucro gettato all’interno del cancello dello stabile abbandonato è stato chiamato in ausilio personale dei vigili del fuoco, la cui azione ha consentito di tranciare la saldatura del cancello, di accedere all’interno e recuperare l’involucro contenente 5 grammi di eroina, anch’esso sottoposto a sequestro penale.

Sia durante le fasi dell’accompagnamento in commissariato per la completa identificazione e gli accertamenti di rito, che all’interno della struttura di polizia, Abubakari Damba Agonba, anche se ammanettato, è andato in escandescenze procurandosi delle ferite con gesti di autolesionismo, ha ingiuriato e tentato di mordere gli agenti e li ha costantemente sfidati con lo sguardo e la condotta.

Espletate le formalità procedurali, l’autorità giudiziaria ha disposto che Abubakari Damba Agonba fosse accompagnato nelle locali camere di sicurezza. Nel corso dell’udienza celebrata con rito direttissimo l’arresto è stato convalidato.