Coltivazione e detenzione di droga, rubava energia elettrica pubblica: ai domiciliari un tunisino

Coltivazione e detenzione di droga, rubava energia elettrica pubblica: ai domiciliari un tunisino

SIRACUSA – I carabinieri della Tenenza di Floridia (SR) hanno arrestato per coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e furto aggravato di energia elettrica JAabri Lotfi Ben Bouzid (nella foto in basso), tunisino di 45 anni, disoccupato, con precedenti di polizia.



L’uomo, a seguito di mirata e specifica perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di due piante di canapa indiana, alte 180 cm circa, poste in vasi collocati all’interno del vano cucina, nonché di materiale per il confezionamento dello stupefacente.



L’attività del tunisino era chiaramente molto operosa, considerato che durante le attività, oltre a varie sostanze fertilizzanti, i carabinieri hanno rinvenuto nell’abitazione due lampade-riflettori da 400 watt ciascuna utilizzate per alimentare con calore la crescita delle piante.

Una coltivazione che sarebbe stata molto dispendiosa se i riflettori non fossero stati allacciati abusivamente alla rete elettrica pubblica, come hanno avuto modo di constatare i militari che hanno quindi denunciato il soggetto anche per furto aggravato.


L’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella sua abitazione, come disposto dalla autorità giudiziaria di Siracusa.