Ciclone Mediterraneo in arrivo in Sicilia, alluvioni e forti venti: allerta rossa a Catania, Messina, Ragusa e Siracusa - Newsicilia

Ciclone Mediterraneo in arrivo in Sicilia, alluvioni e forti venti: allerta rossa a Catania, Messina, Ragusa e Siracusa

Ciclone Mediterraneo in arrivo in Sicilia, alluvioni e forti venti: allerta rossa a Catania, Messina, Ragusa e Siracusa

PALERMO – Saranno ore particolarmente delicate quelle che attendono a breve la Sicilia a causa delle avverse condizioni meteo. Già durante la mattina odierna e il primo pomeriggio, in diverse aree dell’Isola, si stanno manifestando i primi segnali della forte ondata di maltempo che si appresta a investire la nostra regione.

La Protezione Civile Regionale ha infatti diffuso un avviso di allerta meteo arancione e rossa valevole per oggi, lunedì 11 novembre, e domani, martedì 12 novembre, che ha fatto già scattare i primi avvisi scuole chiuse nell’Isola.


Il massimo rischio riguarda le aree orientali e sud-occidentali, nello specifico le province di Messina, Catania, Ragusa, Siracusa e parte dell’Ennese.

Il maltempo porterà anche a un leggero calo delle temperature in alcune aree. Se in provincia di Messina, Catania le massime non dovrebbero superare i 19-20 gradi, nelle altre zone del territorio non si andrà oltre i 16-17 gradi.

È il caso delle province di Agrigento, Palermo, Trapani e Siracusa. Valori in picchiata nel Ragusano, dove non verranno superati i 14 gradi. Le zone più fredde saranno quelle di Caltanissetta ed Enna, con 11-13 gradi attesi.

Previsioni certamente poco confortanti, aggravate dall’arrivo di un ciclone mediterraneo formatosi recentemente a ovest delle coste della Sardegna e destinato a dirigersi sulle nostre coste prima di risalire verso le altre regioni centro-meridionali dello stivale.

Forti piogge si riverseranno lungo la Sicilia orientale, con quantitativi elevati. Temporali intensi che saranno accompagnati da venti di burrasca sud-orientale, con rinforzi di burrasca forte su settori tirrenici e ionici.

Una condizione che renderà agitati anche i mari che circondano l’Isola, in particolare il Tirreno e lo Ionio. Si presenteranno mossi anche i restanti bacini. Massima attenzione per le possibili mareggiate che potrebbero formarsi lungo le coste esposte. Raccomandiamo, dunque, la massima attenzione.

Immagine in evidenza di repertorio