Chiusura Circumetnea nei festivi e domenicali, non si placa la polemica. Lo Schiavo: “Situazione invariata”

Chiusura Circumetnea nei festivi e domenicali, non si placa la polemica. Lo Schiavo: “Situazione invariata”

CATANIA – Non si placa la polemica riguardante la Circumetnea di Catania e la chiusura della tratta extraurbana nei giorni festivi e domenicali. Il botta e risposta continuo tra il segretario della Fast Confsal Catania, Giovanni Lo Schiavo e il Governo regionale, in particolar modo con l’assessore alle Infrastrutture Falcone, è ancora vivo.


A volte ci chiediamo da dove passa il rilancio del turismo in Sicilia – dichiara Lo Schiavo – a favore e sostegno dello sviluppo socio-economico della nostra isola, quando per esempio, due importanti e strategiche infrastrutture ferroviarie, a forte vocazione turistica quali: la tratta extraurbana della Circumetnea (Catania-Riposto 114 chilometri ), che rimane chiusa all’esercizio nelle giornate domenicali e festive dal lontano 1997 , e la tratta ferroviaria Moio-Alcantara, sospesa nel servizio dal 1994, chiusa nel 2002 e dismessa nel 2011 con Decreto Ministeriale n. 389“.


Eppure, – prosegue – malgrado i buoni propositi delle istituzioni preposte e le molteplici iniziative intraprese dagli svariati comitati spontanei costituitisi nell’arco degli anni, la situazione, purtroppo, è rimasta immutata, la stessa di quella segnata dal tempo trascorso“.


Poi lancia una provocazione al Governo regionale: “Probabilmente, se ci fossimo ritrovati in un altra realtà e in un altro contesto politico, neanche si sarebbe arrivati a ciò, ma addirittura immaginare di continuare a lasciare le cose così come si trovano, diviene veramente impresa ardua“.



Tuttavia, la nostra organizzazione sindacale ancora vuole crederci, fiduciosa e speranzosa che il Presidente della Regione, Nello Musumeci e l’Assessore Regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, accolgano con interesse, questa nostra ennesima sollecitazione pubblica“, conclude Lo Schiavo.