Chiedeva il pizzo a due imprenditori che lavoravano sulla metanizzazione di Custonaci: in manette

Chiedeva il pizzo a due imprenditori che lavoravano sulla metanizzazione di Custonaci: in manette

TRAPANI – Per mesi avrebbero imposto il pizzo ai titolari di due imprese che stavano lavorando sulla metanizzazione di Custonaci, in Trapani ma sono stati scoperti e arrestati.

I Carabinieri di Alcamo, guidati dal capitano Savino Capodivento, hanno arrestato all’alba due persone: Antonio Barone, di 68 anni, e Lorenzo Poma, di 56 anni. Secondo l’accusa, i due indagati, dal novembre dello scorso anno e fino a pochi giorni fa, avrebbero fatto intimidazioni ai titolari delle due imprese, la Rovil srl e la Icomit srl, con sede rispettivamente a Roma ed a Catania.

“Sono aggiudicatarie di altrettanti lavori pubblici e privati dell’importo di svariati milioni di euro nel comune di Custonaci per la realizzazione della rete gas metano per conto dell’Italgas S.P.A. e per il rifacimento della villa comunale (fondi regionali e comunali)”, spiegano i Carabinieri. 

IN AGGIORNAMENTO

Commenti