Cellulare di Martina Aprile ritrovato in una villetta; il motorino di Said era rubato: misteri a Scicli

Cellulare di Martina Aprile ritrovato in una villetta; il motorino di Said era rubato: misteri a Scicli

SCICLI – Continuano le indagini e gli interrogativi sulla terribile fine della 25enne Martina Aprile e del 16enne Said Siraj, morti a seguito di due diversi incidenti avvenuti rispettivamente domenica notte e lunedì mattina nel territorio di Scicli, nel Ragusano.

Secondo quanto riportato dai colleghi di Video Mediterraneo, gli inquirenti avrebbero confermato che il motorino su cui viaggiava il minorenne, vittima di un sinistro autonomo, era rubato. Il giorno prima della tragedia, infatti, il ciclomotore sarebbe stato sottratto a un ragusano.



D’altra parte, si infittisce anche il mistero sulla scomparsa del cellulare della 25enne. La madre aveva lanciato un appello per riavere l’oggetto appartenente alla figlia, sottratto presumibilmente dopo il decesso, avvenuto in seguito al fatale impatto tra la ragazza e un’auto guidata da un 34enne risultato poi sotto effetto di sostanze stupefacenti.

Le ricerche degli inquirenti avrebbero portato, ieri pomeriggio, al ritrovamento del cellulare all’interno di una villetta disabitata in viale della Pace a Scicli, poco lontano dal luogo in cui Martina ha perso la vita.


Viste le condizioni dell’oggetto, rimasto intatto, e il luogo del rintracciamento, sembra chiara l’ipotesi che qualcuno lo abbia portato lì. Prosegue l’inchiesta per rivelare la verità su questo dettaglio.

Fonte immagini Facebook