Loading...

A causa del caldo si disallineano i binari sulla Catania-Palermo. Cancellate le corse, passeggeri “scaricati” ad Enna

A causa del caldo si disallineano i binari sulla Catania-Palermo. Cancellate le corse, passeggeri “scaricati” ad Enna

ENNA – “Per me, oggi, è stato un calvario viaggiare in treno. Prima il ritardo di 50 minuti, poi il disallineamento dei binari. Era la prima volta che percorrevo il tratto Catania-Palermo a bordo del minuetto”. A dichiararlo è Giuseppe, un ragazzo catanese che stamattina per lavoro si è trovato costretto a raggiungere il capoluogo siciliano. E come già si sa, dopo il crollo del Viadotto Himera sulla A19 non è proprio una passeggiata. 

All’andata l’attesa, al ritorno la telefonata di Giuseppe ai familiari: “Ritardo perché i binari del treno si sono disallineati a causa del caldo e quindi siamo fermi ad Enna”.



Intorno alle 18, infatti, è arrivata come una doccia gelata la comunicazione del capotreno agli altoparlanti: “Signori dovete scendere, non possiamo proseguire la corsa sui binari quindi aspetterete gli autobus che fra un’ora arrivano da piazza Armerina e così potrete tornare a Catania”.

Neanche a dirlo si è alzato un mormorio notevole fra i passeggeri che oltre al gran caldo della giornata, improvvisamente si sono trovati a piedi a distanza di 90 chilometri da casa.


“Ho scelto di partire con il treno delle 7.38. Sembrava tutto perfetto – continua Giuseppe –  ma alla fine, tra un problema e un altro mi è sembrata una giornata interminabile. Adesso sto aspettando l’autobus e non ho idea dell’ora in cui arriverò a casa”.

Tutti i passeggeri stanno, quindi, attendendo i pullman ma la temperatura scotta e gli animi non sono per nulla sereni. A causa del disguido, infatti, sono state annullate tutte le corse successive e per stasera la Sicilia sarà più divisa di sempre…

Andrea Lo Giudice – Giorgia Mosca