Catania, Parco Falcone al buio: i cittadini lamentano la mancata sicurezza, interviene il Comitato Vulcania - Newsicilia

Catania, Parco Falcone al buio: i cittadini lamentano la mancata sicurezza, interviene il Comitato Vulcania

Catania, Parco Falcone al buio: i cittadini lamentano la mancata sicurezza, interviene il Comitato Vulcania

 

CATANIA – La denuncia è del Comitato Cittadino Vulcania che, a seguito delle tantissime segnalazioni ricevute e dal sopralluogo eseguito, documenta le condizioni in cui versa il Parco Falcone, una delle tre aree verdi del municipio Borgo-Sanzio. Una brutta immagine per il quartiere.

Nel parco Falcone, tra via Sassari, via O. Scammacca, via V. E. Orlando e viale Raffaello Sanzio si ripresenta la mancanza d’illuminazione pubblica. In questi giorni è di nuovo immerso nell’oscurità, simile a una foresta nera dei film dell’orrore piuttosto che a uno dei polmoni verdi del nostro quartiere. I residenti, spaventati dal buio evitano di buttare la spazzatura o portare a passeggio il cane.



Ancora una volta si è dimostrato con un atto pratico come l’Amministrazione locale non sappia gestire questo ampio spazio all’interno del quartiere, lasciandolo così in balia del degrado e dei vandali.

Interviene la presidente del Comitato, Angela Cerri: “Senza parole, oltre che senza luce e senza sicurezza. La piazza in penombra, per non dire al buio, è un problema di sicurezza, sia per quanto riguarda i malintenzionati che per l’incolumità dei cittadini e la circolazione. Il problema è presente da circa tre mesi. È una piazza sempre frequentata da intere famiglie con i bambini, da anziani, da giovani fino a tarda sera, ma con l’illuminazione carente, a intervalli, spesso si è costretti ad andare via in quanto diventa pericoloso. I cittadini hanno segnalato il problema all’ufficio competente ma non hanno visto ancora nessuno intervenire per ripristinare l’illuminazione pubblica su tutta la piazza, in maniera definitiva. I giorni passano e le proteste aumentano. Ci auguriamo che questo problema presto venga risolto al fine di poter garantire il decoro e la vivibilità di quest’area verde ai cittadini”.