Catania, operazione in via Zia Lisa: arrestato un pregiudicato e 5 denunciati per vari reati – FOTO

Catania, operazione in via Zia Lisa: arrestato un pregiudicato e 5 denunciati per vari reati – FOTO

CATANIA – Come è noto nei giorni scorsi, in occasione di alcuni controlli operati in via zia Lisa dal personale del Commissariato di Polizia di Librino a Catania, è stato fermato un pluripregiudicato di 53 anni che senza patente guidava una auto priva di assicurazione. L’uomo prima di essere fermato si era disfatto anche di un involucro ed era andato in escandescenza contro gli operatori invitando i residenti del posto a scendere per strada per opporsi al controllo e alla relativa sanzione.

In un’altra occasione lo stesso soggetto aveva facilitato la fuga di un altro pregiudicato che in quel momento era evaso dagli arresti domiciliari. In occasione di uno di questi controlli si è cosi scatenata una forte resistenza all’azione degli agenti, intenti a svolgere la quotidiana azione di contrasto all’ attività di spaccio di sostanze stupefacenti e ad altre forme di illegalità, da parte di alcuni residenti e dei familiari. In particolare, una decina di pregiudicati e loro famigliari hanno sono scesi in strada urlando contro gli agenti, minacciandoli, aggredendoli fisicamente, tirando loro oggetti e rischiando di ferirli mentre questi svolgevano il loro normalissimo lavoro di controllo del territorio.


A seguito dell’episodio della grave resistenza opposta, ma soprattutto alla circostanza evidenziatasi del possesso di armi e droga all’interno delle abitazioni occupate dai predetti pregiudicati, la Questura ha ritenuto necessario procedere a una serie di attività straordinarie di controllo del territorio, anche a supporto della Squadra Mobile e dello stesso Commissariato di Librino, impegnati in numerose perquisizioni domiciliari dirette alla ricerca di armi e droga.

Questa mattina un centinaio circa di agenti della Polizia di Stato tra appartenenti alla Squadra Mobile, al personale del Commissariato di Librino e delle Volanti, al Reparto Prevenzione Crimine, supportati da Squadre del Reparto Mobile e dei Cinofili, hanno letteralmente cinturato l’area dei fabbricati siti in via del Villaggio zia Lisa II 161 e hanno operato una serie di perquisizioni, dirette alla ricerca di droga e armi e alla lotta a ogni forma di illegalità. Tutta l’operazione è stata seguita dall’ elicottero della polizia di Stato che ha sorvolato l’intera zona.



Nel contesto di questa attività è stato arrestato Agostino Pennisi, 64 anni, con precedenti per associazione mafiosa, rapina, evasione e porto abusivo d armi, attualmente in affidamento in prova ai servizi sociali. In particolare durante la perquisizione è stata trovata nella sua stanza una pistola Beretta calibro 7.65 con matricola abrasa, con 4 proiettili e caricatore, a riscontro della pericolosità delle persone oggetto delle odierne perquisizioni. Lo stesso è stato pertanto arrestato per detenzione abusiva di arma clandestina e denunciato per ricettazione.

Durante le operazioni, sono state denunciate 4 persone indagate a vario titolo per i reati di invasione di terreni pubblici, maltrattamenti e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Nello specifico un cavallo e 18 uccellini tutti trovati rinchiusi in luoghi angusti e in pessime condizioni igieniche, sono stati sequestrati e gli uccellini rimessi in libertà.

Sono state ritrovate parecchie dosi di cocaina e marijuana operando sequestro a carico di ignoti e contestando nei confronti di un soggetto l’uso di sostanza stupefacente e ritirando una patente. Sono state sequestrate 2 auto e 2 ciclomotori per mancanza di assicurazione. Inoltre 5 persone sono state indagate per furto di energia elettrica, e un soggetto denunciato per porto di arma bianca.