Catania, il mistero sulle presunte dimissioni del direttore dello Stabile Di Pasquale

Catania, il mistero sulle presunte dimissioni del direttore dello Stabile Di Pasquale

CATANIA – Si infittisce il mistero sulle dimissioni del direttore artistico del Teatro Stabile di Catania, Giuseppe Di Pasquale. 

Il teatro, coinvolto ancora in diverse polemiche di natura finanziaria e politica, sembrava che stesse vivendo l’alba di un nuovo giorno dopo la presentazione della nuova stagione teatrale.

Ieri la notizia, diffusa da un quotidiano locale, sulle dimissioni di Di Pasquale hanno scatenato una ridda di reazioni dei maggiori “attori” protagonisti dell’affaire Stabile.

Però lo stesso direttore non ha confermato la notizie e ha fatto trapelare che le sue dimissioni saranno esecutive non appena i soci del Cda individueranno un nuovo direttore artistico. 

A confermare la notizia è anche il presidente pro tempore del Teatro stabile, Jacopo Torrisi, in una intervista confermando che Di Pasquale manterrà comunque il suo ruolo per almeno altri sette mesi

Torrisi ha ulteriormente dichiarato che il Cda, in un primo momento, aveva proposto a Giuseppe Di Pasquale un contratto quadriennale che avrebbe rifiutato aggiungendo che, dati i presupposti, le dimissioni non esistono visto che in realtà si parlebbe di disponibilità a dimettersi.    

Per quanto riguarda la nomina del nuovo direttore artistico sono diversi i nomi in ballo ma ancora non vi è nessuna ufficialità; questa scelta, sempre secondo quanto dichiarato dal presidente Torrisi, è delegata ai soci del Cda. 

Commenti