Catania, la Marina Militare presenta l’ultima campagna della nave Maestrale

Catania, la Marina Militare presenta l’ultima campagna della nave Maestrale

CATANIA – Si è tenuta questa mattina al Palazzo degli Elefanti di Catania, la presentazione dell’ultima campagna della nave “Maestrale” della Marina Militare italiana che ha colto l’occasione per mostrare in anteprima il proprio calendario dell’anno 2016

La fregata “Maestrale” toccherà la città di Catania dal 17 al 20 di novembre durante la sua ultima navigazione prima di cessare definitivamente la sua “vita” operativa, dopo ben 33 anni di servizio allo stato. Durante la tappa catanese sarà possibile visitare la nave e partecipare a mostre itineranti, eventi e convegni culturali e di beneficenza. 

Presenti all’evento il comandante della “Maestrale”, l’ammiraglio Nicola De Felice, Enzo Maiorca, detentore del record di apnea e medaglia d’oro al merito della Marina Militare, la figlia Patrizia Maiorca, stella d’oro al merito sportivo de Coni, ed Enzo Bianco, sindaco di Catania. 

Lo stesso Bianco ha tenuto a ringraziare ufficialmente il corpo della Marina: “Noi tutti dovremmo prendere  come modello lo stile della Marina Militare, uno stile basato sulla disciplina, valore importante per superare le situazioni avverse nella vita di tutti i giorni. La Marina è inoltre il perfetto connubio fra tradizione e modernità e ciò la rende espressione di orgoglio di tutti i cittadini siciliani e non. In qualità di sindaco di Catania ringrazio ufficialmente la Marina per il proprio impegno quotidiano”. 

Sul l’ultima campagna della Maestrale le parole del comandante della Guardia Costiera, Nunzio Martello:

Parole di commiato anche per il record-man Enzo Maiorca:

Presentato anche il calendario della Marina Militare 2016, realizzato attraverso gli oltre 2000 scatti raccolti dagli uomini e dalle donne dell’intera Forza Armata, ma solo i 13 più significativi sono stati selezionati. Un album dedicato al mare attraverso i diversi soggetti: dalle navi ai sommergibili, dagli elicotteri agli aerei fino alle profondità di “Mare Nostrum”. L’intero ricavato dalle vendite del calendario andrà a finanziare la ricerca tramite la fondazione Telethon, ulteriore motivo di orgoglio per la Marina Militare.

Commenti