Catania, lotta senza tregua all’illegalità in strada: dalle violazioni ai parcheggiatori abusivi

Catania, lotta senza tregua all’illegalità in strada: dalle violazioni ai parcheggiatori abusivi

CATANIA- Nella giornata di ieri, personale del commissariato Librino, quartiere di Catania, ha effettuato controlli straordinari volti a contrastare l’illegalità diffusa nel territorio di competenza, con particolare riferimento alle violazioni in materia di Codice della Strada: nello specifico alla guida senza patente e alla mancanza di copertura assicurativa.

Un controllo di polizia è stato effettuato proprio innanzi al commissariato di Librino, dove un pluripregiudicato, in atto sottoposto alla misura della libertà controllata, si è recato “per firmare”, utilizzando un ciclomotore privo di assicurazione per responsabilità civile, senza usare il casco protettivo e persino senza patente di guida, in quanto mai conseguita; tra l’altro non esibiva alcuna documentazione del ciclomotore.


Alla luce dei fatti esposti, l’uomo di 36 anni, è stato compiutamente identificato al fine di essere indagato in stato di libertà per il reato di violazione delle prescrizioni imposte dall’autorità giudiziaria, avendo anche violato il divieto di guida imposto dalla sanzione sostitutiva alla quale era sottoposto; il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

In viale Kennedy, ancora, una ragazza di 22 anni, è stata sanzionata per guida senza patente per non averla mai conseguita. La giovane è stata sorpresa alla guida del ciclomotore – che è stato sequestrato – del quale non aveva alcuna documentazione.


Nei giorni scorsi, inoltre, a cura delle Volanti e delle pattuglie dei commissariati cittadini, sono stati controllati e sanzionati ben 10 posteggiatori abusivi, che sono stati sorpresi, nonostante l’incessante campagna di contrasto a questo fenomeno, a “esercitare” nelle zone del centro storico e della riviera della Playa.

E, sempre in tema di circolazione stradale, si segnala l’azione di contrasto sia per i “parcheggiatori abusivi”, sia per quanti si rendano responsabili di reati contro la persona in genere. In tale ambito, il questore di Catania, Mario Della Cioppa, a fronte di 133 denunce a piede libero dei soggetti sopra menzionati, ha emesso, ad oggi, 49 misure di prevenzione dell’avviso orale, 11 delle quali nella forma aggravata, nei confronti di soggetti ritenuti socialmente pericolosi, ai sensi della normativa prevista dal D.Lgs. n. 159/2011, “Codice Antimafia”; tale aggravamento prevede, venuti meno i requisiti morali di cui all’art. 120 del Codice della Strada, anche la segnalazione alla Prefettura di competenza, per la revoca della patente di guida.

Inoltre, a seguito di appositi accertamenti richiesti all’Inps e alla Guardia di Finanza, la Divisione di Polizia Anticrimine della Questura ha segnalato, per la revoca eventuale del beneficio del reddito di cittadinanza, 17 soggetti, già sorpresi a esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo: 15 di essi hanno precedenti penali  e di polizia.

Immagine di repertorio