Catania, in visita alla Camera del lavoro segretaria di Stato della Romania

Catania, in visita alla Camera del lavoro segretaria di Stato della Romania

CATANIA –  Serve massima attenzione ai diritti dei cittadini rumeni che lavorano in Italia, lotta alla violenza sulle donne, cura delle pari opportunità e ottima collaborazione con sindacati e ONG“.
Sono questi i temi che Ioana Liana Cazacu, segretaria di Stato presso il Ministero del Lavoro, della Famiglia e Protezione Sociale  e coordinatrice del Dipartimento per le Pari Opportunità in Romania, ha affrontato nel corso dell’incontro ufficiale che si è tenuto stamattina alla Camera del lavoro di Catania.  La Cazacu ha incontrato la Cgil e la Flai Cgil in occasione di una visita in Sicilia per conoscere da vicino le condizioni di vita e di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori rumeni addetti in agricoltura, e non solo. All’incontro erano presenti, tra gli altri, Jean Renè Bilongo della Flai Cgil nazionale,  il segretario generale della Cgil, Giacomo Rota, il segretario della Cgil di Caltagirone, Salvatore Brigadeci, il segretario della Flai Catania Alfio Mannino e della Flai Sicilia, Totò Tripi, oltre a vari rappresentanti delle segreterie .

Per la delegazione rumena c’erano anche Adrian Chesnoiu, capo di gabinetto; Mirela Videa e Andrei Sfirloaga, addetti Affari sociali e Lavoro presso l’Ambasciata della Romania in Italia. Giacomo Rota e Totò Tripi hanno presentato la Cgil di Catania e Caltagirone, e la Flai Sicilia, a  Ioana Liana Cazacu, raccontandone la storia e illustrandone gli obiettivi. Al termine dell’incontro, Rota ha consegnato alla segretaria di Stato una copia del documentario prodotto dalla Cgil, “Terranera” , dove viene documentato lo sfruttamento di molti lavoratori stranieri, inclusi quelli rumeni, nelle campagne. 

Commenti