Catania, entra in un lido della Plaja e ruba soldi e tablet: in manette 19enne

Catania, entra in un lido della Plaja e ruba soldi e tablet: in manette 19enne

CATANIA – Nella mattinata di ieri gli agenti delle Volanti hanno arrestato il cittadino gambiano con precedenti di polizia Omar Jawo, 19 anni, senza fissa dimora, in quanto responsabile dei reati di rapina aggravata e danneggiamento.


I poliziotti si sono tempestivamente recati in uno stabilimento balneare del viale Kennedy dove il giovane si era introdotto armato di coltello, tagliando una tenda. Una volta dentro, il gambiano ha minacciato il proprietario con la lama, pretendendo dei soldi che la vittima gli ha però rifiutato. Alla resistenza del rapinato il 19enne ha reagito impossessandosi di un borsello contenente del denaro e di un tablet.


Grazie alle dettagliate descrizioni del malfattore fornite dalla vittima, immediatamente diramate via radio a tutte le pattuglie in zona, e all’approfondita conoscenza dei luoghi da parte degli operatori di polizia intervenuti, gli operatori sono riusciti a stanare, in breve tempo, il gambiano mentre tentava di dileguarsi nelle immediate vicinanze del lido. Così è stato bloccato e, a un primo sommario controllo, è stato trovato in possesso della refurtiva così come descritta dalla vittima della rapina. Successivamente è stato condotto in Questura per l’arresto, mentre la vittima, che vi si trovava per sporgere la denuncia della patita rapina, lo ha riconosciuto.


Il 19enne, di cui gli accertamenti hanno evidenziato il suo stato di richiedente di protezione internazionale, pendente dal 2018, è stato segnalato al competente Ufficio Immigrazione per le dovute verifiche e adempimenti. All’autorità giudiziaria, che ne ha disposto la reclusione in carcere, è stato chiesto il nullaosta, relativo all’instaurando procedimento penale, per l’espulsione dal territorio nazionale.



Immagine di repertorio