Catania, discariche a cielo aperto: oltre 40mila euro di multe, in pochi rispettano le regole

Catania, discariche a cielo aperto: oltre 40mila euro di multe, in pochi rispettano le regole

CATANIA – Negli ultimi giorni la Polizia Municipale al comando di Stefano Sorbino ha intensificato i servizi di controllo e repressione in materia ambientale riguardo al conferimento di rifiuti solidi urbani, microdiscariche e tutela degli animali.

Nel solo mese di maggio sono stati redatti complessivamente 291 verbali amministrativi, 172 ai danni di soggetti non residenti a Catania e 119 invece a residenti nel capoluogo, per un importo complessivo di 40.624 euro.


Nel mirino della Polizia Municipale il fenomeno dell’abbandono di rifiuti da parte di cittadini non residenti nel territorio comunale, grazie a un controllo assiduo delle aree di confine in via Passo Gravina, via Borgese, via Sebastiano Catania, viale Marco Polo, viale Ulisse, via Teseo e via Acicastello nelle quali sono stati elevati 87 verbali.

Riguardo al rispetto delle regole su orari di conferimento e raccolta porta a porta da parte dei residenti, sono state oggetto di controllo le aree del Lungomare, di via Palazzotto, via Pidatella, piazza Sciuti, via Maria Gianni, via della Bellavista, via Conte di Torino, via V. E. da Bormida, viale S. Teodoro, via Pullacara, via Benedetto Croce, via Duca degli Abruzzi, nelle quali sono stati elevati 81 verbali amministrativi per un importo totale di 8.100 euro.



Nei servizi di controllo del territorio, inoltre, sono state controllate una decina di aree tra Oasi del Simeto, via S. Giuseppe La Rena, via Filippo Eredia e sono state poste sotto sequestro 3 aree, due in via Eredia e una presso il Villaggio Rainbow, divenute discarica a cielo aperto, con enormi quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non, tra i quali eternit, pneumatici e materiali di risulta.

Sempre in materia di discariche a cielo aperto, è stato particolarmente controllato il quartiere San Giorgio e, specificamente, la via Pullacara, nella quale sono state elevate numerose sanzioni amministrative per abbandono illecito di rifiuti che ha creato nel tempo una micro discarica, segnalata più volte dagli Organi della Municipalità.

Riguardo alla tutela animali, la Polizia Municipale ha controllato 38 proprietari di cani per omessa iscrizione del proprio animale all’anagrafe canina, per mancato uso del guinzaglio o museruola e uno per non aver denunciato il furto del proprio animale nel termine dei 10 giorni previsti. Sono stati anche denunciati all’autorità giudiziaria 2 proprietari per le lesioni provocate dal morso dei loro cani ai danni di alcuni passanti che hanno dovuto ricorrere alle cure mediche a causa del mal governo dei predetti animali.