Catania, dipendenti regionali in agitazione. Musumeci (UGL): "Le loro richieste vengano ascoltate" - Newsicilia

Catania, dipendenti regionali in agitazione. Musumeci (UGL): “Le loro richieste vengano ascoltate”

Catania, dipendenti regionali in agitazione. Musumeci (UGL): “Le loro richieste vengano ascoltate”

CATANIA – “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà ai dipendenti regionali di categoria “A” e “B” che hanno dichiarato lo stato di agitazione anche a Catania.” Lo dichiara il segretario generale territoriale, Giovanni Musumeci, che ieri ha fatto pervenire il messaggio di vicinanza ai lavoratori del settore tramite i dirigenti sindacali Giusy Garozzo e Alessandro Catalano.

“Sono dipendenti che da oltre 20 anni servono l’amministrazione regionale e, nella quasi totalità dei casi, svolgono mansioni superiori a quelle per cui sono stati assunti data la cronica carenza di personale negli uffici della Regione Siciliana nella nostra provincia”.



Si tratta di centinaia di unità lavorative “che meritano un giusto riconoscimento per aver sopperito alle carenze organiche, mettendo spesso a repentaglio la loro sicurezza ed assumendosi responsabilità di pertinenza dei colleghi appartenenti alle fasce superiori. Peraltro, considerato che a breve si andranno ad assumere i “navigator”, riteniamo che dal ministero del lavoro possano giungere direttive volte alla ricognizione del personale “A” e “B”, appartenente nel caso specifico alla Regione Siciliana, cui poter assegnare tale mansione, ancor prima di andare a selezionare profili esterni”.

Secondo Musumeci, infatti, “sarebbe infatti assurdo che dipendenti con esperienza, solamente da riqualificare, si trovassero a dover lavorare sotto altri lavoratori che, se pur laureati e formati, andrebbero a rappresentare l’ennesima infornata di precari”.


“Auspichiamo – conclude Musumeci – che il governo regionale accolga le legittime richieste di questi lavoratori dando loro la dignità che meritano dopo decenni di servizio.”