Catania, corruzione all’Anas: scattano le manette per tre dipendenti. I NOMI e le FOTO degli arrestati

Catania, corruzione all’Anas: scattano le manette per tre dipendenti. I NOMI e le FOTO degli arrestati

CATANIA – I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno arrestato tre dipendenti dell’Anas Spa, area compartimentale di Catania, per l’ipotesi di corruzione.

I provvedimenti adottati dai militari si inseriscono all’interno di un’indagine più ampia coordinata dalla Procura di Catania delegata al nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza etnea finalizzata alla scoperta di rodati circuiti corruttivi all’interno dell’Ente.



Sono scattate così le manette per tre dipendenti:

  • il geometra Riccardo Carmelo Contino, 51 anni, condotto in carcere; Capo Centro Manutenzione D presso l’A.N.A.S. – Area Tecnica Compartimentale di Catania, competente alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle seguenti arterie stradali: SS 114 Orientale Sicula (da Km. 54,400 a Km. 154,550), SS114dir, A18dir (diramazione San Gregorio-Catania), RA 15 (Raccordo Autostradale di Catania), A01 (Autostrada Catania-Siracusa), SS 194 (Ragusana), SS 193 di Augusta (SR); Contino ha anche ricoperto l’incarico di Direttore dei Lavori relativamente ai “lavori di risanamento della sovrastruttura stradale dal Km. 108+750 al Km. 122+00”.


  • il geometra Giuseppe Panzica, 48 anni, condotto in carcere; Capo Nucleo B del Centro di Manutenzione D dell’Area Tecnica Compartimentale di A.N.A.S. Catania, competente alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle seguenti arterie stradali: SS 114 Orientale Sicula (da Km. 130,00 a Km. 154,550), A01 (Autostrada Catania-Siracusa), SS 193 di Augusta (SR); PANZICA ha ricoperto l’incarico di collaboratore nella Direzione dei Lavori relativamente ai “lavori di risanamento della sovrastruttura stradale presso SS 114 (Orientale Sicula) da Km. 130,00 al Km. 154,66”;

  • l’ingegnere Giuseppe Romano, 48 anni, agli arresti domiciliari. Responsabile Manutenzione Programmata dell’Area Tecnica Compartimentale di A.N.A.S. Catania, R.U.P. dei lavori pubblici oggetto d’indagine, il quale ha reso un’ampia confessione disvelando la rete corruttiva nella quale erano coinvolti anche altri funzionari dell’ANAS e numerosi imprenditori.