Catania, continua la protesta degli ex autisti-soccorritori davanti al Garibaldi: lunedì data ultima per trovare una soluzione

Catania, continua la protesta degli ex autisti-soccorritori davanti al Garibaldi: lunedì data ultima per trovare una soluzione

CATANIA – Continua a oltranza la protesta degli ex autisti-soccorritori dell’ex One Emergenza di Catania.


Ieri, come già annunciatovi nei giorni scorsi, si è svolto un tavolo tecnico alla presenza dei vertici della First Aid One – nuova azienda appaltatrice che dovrebbe riassumere con le stesse modalità e nello stesso luogo di lavoro i dipendenti – e il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Garibaldi del capoluogo etneo.


Dall’incontro svoltosi nelle scorse ore non si è arrivati, purtroppo, ancora ad una soluzione definitiva: per i nove lavoratori licenziati bisognerà trovare una soluzione nel più breve tempo possibile; per questo è stata fissata come data ultima, lunedì prossimo, quando la First Aid dovrà fornire delle soluzioni concrete e definitive.


Ricordiamo che l’azienda in questione aveva proposto ad alcuni dei dipendenti che hanno già ricevuto l’ordinanza ufficiale del giudice del lavoro del Tribunale di Catania, un impiego al Centro Italia: l’alternativa, però, è stata rifiutata dai lavoratori che, invece, chiedono a gran voce – dopo una lunga vicenda giudiziaria – di essere riammessi nello stesso luogo da dove sono stati licenziati e, soprattutto, per come stabilito dal Tribunale etneo.



I lavoratori, dunque, non soddisfatti di quanto “non stabilito” ieri, hanno deciso di continuare il sit-in pacifico fino al prossimo lunedì.