Catania, caso Ong: striscione e proteste davanti al Tribunale

Catania, caso Ong: striscione e proteste davanti al Tribunale

CATANIA – “Ong, la verità non si imbavaglia”: questo il testo dello striscione esposto stamattina da alcuni militanti di CasaPound davanti alla scalinata del Tribunale di Catania.

Una manifestazione pacifica e silenziosa per porre l’accento sulla questione immigrazione denunciata dal procuratore etneo Zuccaro e che sta interessando tutta Italia.




“Nei primi tre mesi del 2017 – sottolinea Giovanni Coppola, responsabile provinciale di CasaPound – sulle nostre coste sono sbarcati 22 mila migranti. Il 45% è stato trasportato dalle navi delle Ong. Un dato eloquente che ci deve fare riflettere. Se un procuratore della Repubblica, che non è certamente un visionario, fa certe dichiarazioni, evidentemente il caso esiste”.

“È fuori di dubbio  – conclude Coppola – che nel sistema d’accoglienza, così come sosteniamo da tempo, c’è qualcosa di marcio. Occorre dunque fare chiarezza sul fenomeno e fermare al più presto quella che ha assunto i contorni di una vera e propria invasione incontrollata, che, dietro la propaganda buonista, fa ingrassare le solite cooperative e associazioni”.


Commenti