Catania, automobilisti indisciplinati e attività non in regola. Multe e sequestri

Catania, automobilisti indisciplinati e attività non in regola. Multe e sequestri

CATANIA – In attuazione delle direttive del Prefetto di Catania emanate in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura, sono stati realizzati servizi intensivi di controllo del territorio, in sinergia tra le diverse forze di polizia operanti nell’area del litorale di Aci Castello.

Sotto esame, i comportamenti illeciti che attengono all’osservanza delle norme del Codice della Strada e alla corretta gestione dei lidi balneari e degli esercizi pubblici: per queste due ultime tipologie di controlli, fondamentale è stata la collaborazione del personale della Capitaneria di Porto e dell’Asp di Catania. Capillare è stata anche l’attenzione alla prevenzione e alla repressione di reati.



Sono state controllate 258 persone e 72 veicoli, mentre i dati relativi all’attività di polizia giudiziaria, anch’essi rilevati nel corso della medesima attività e riguardanti aspetti di prevenzione, hanno riguardato diversi controlli a persone sottoposte agli arresti domiciliari e perquisizioni antidroga.

Le persone multate per aver infranto il codice della strada sono 38, per un ammontare di ben 24.329 euro; inoltre si è provveduto al sequestro di 10 mezzi.


Controlli serrati anche sul fronte degli esercizi pubblici e dei lidi balneari, 12 in tutto, le cui violazioni hanno portato a sanzioni che sfiorano i 20mila euro.

Con l’istituzione di posti di controllo e una capillare azione di vigilanza sul territorio, nell’ultima decade del mese di luglio e nella prima del mese di agosto sono state controllate 66 persone e 41 veicoli nelle aree di Mazzarrone, Licodia Eubea e Caltagirone; decine le violazioni alle norme del Codice della Strada riscontrate che hanno determinato il sequestro o il fermo amministrativo di 4 veicoli.

Immagine di repertorio