Catania, aumenta rischio truffe e scippi agli anziani. Grasso: “Non aprite la porta agli sconosciuti”

Catania, aumenta rischio truffe e scippi agli anziani. Grasso: “Non aprite la porta agli sconosciuti”

CATANIA –Proprio in questa settimana di Ferragosto, con la città che si svuota e la gente in partenza per una breve vacanza, sono tantissimi gli anziani che restano soli a casa. Soggetti a rischio di truffe e raggiri da parte di delinquenti che si presentano alla loro porta con le scuse e i sistemi più vari“. Questa la denuncia del consigliere comunale del III municipio Orazio Grasso.


Spiega Grasso: “Nel corso di questi ultimi giorni ho raccolto le segnalazioni di tanti pensionati che raccontano di sedicenti controllori o ispettori che bussano alle loro porte. Personaggi senza scrupoli che spesso agiscono in coppia con l’obiettivo di distrarre il malcapitato e, nel frattempo, alleggerirlo dei pochi averi a sua disposizione. Per queste ragioni oltre a lanciare un appello alle persone della terza età, di non aprire assolutamente la porta agli sconosciuti, chiedo un potenziamento dei controlli delle forze dell’ordine”.


“Parliamo infatti di un’emergenza che, oltre alle truffe, riguarda eventuali scippi o rapine quando il pensionato rincasa dopo aver fatto la spesa o ritirato la pensione – prosegue Grasso -. In questo contesto è fondamentale sviluppare una sinergia con gli enti e le organizzazioni che operano nel sociale in tutto il territorio di Borgo-Sanzio. Volontari che potrebbero rispondere al doppio compito di proteggere gli anziani ed i pensionati dai truffatori e dai ladri e, contemporaneamente, svolgere un’azione di aggregazione e compagnia che possa rendere più vive le nostre piazze“.


Così conclude: “Ecco perché è importante dare vita a una cabina di regia tra l’amministrazione centrale e locali comitati cittadini per avere una Catania più accogliente e più sicura per loro nel periodo estivo“.