Catanese detenuto a rischio nel caso di Coronavirus: concessa la detenzione domiciliare

Catanese detenuto a rischio nel caso di Coronavirus: concessa la detenzione domiciliare

CATANIA – Il Magistrato di Sorveglianza di Siracusa, dott.ssa Monica Marchionni, ha concesso la detenzione domiciliare al detenuto Michele Musumeci, 53enne catanese che si trovava ristretto nel carcere di Augusta, con fine pena previsto al 19 giugno 2024, così come disposto dalla Procura Generale della Corte di Appello di Caltanissetta.

Il giudice ha ritenuto di accogliere l’istanza presentata dall’Avvocato Giuseppe Lipera del Foro di Catania, difensore del condannato, tenendo conto che le condizioni di salute del detenuto hanno un “elevato rischio di complicanze nel caso di infezione da Covid-19” e che “le patologie riscontrate, tenuto conto della grave emergenza epidemiologica in atto costituiscono grave pericolo per la salute del reo“.


Grazie al provvedimento, Musumeci è stato autorizzato oggi stesso a raggiungere il luogo della detenzione domiciliare a Catania.

Immagine di repertorio