Caso Nuova Iside, la petroliera Vulcanello riverniciata per occultare prove: un nuovo indagato

Caso Nuova Iside, la petroliera Vulcanello riverniciata per occultare prove: un nuovo indagato

TERRASINI – Arrivano ulteriori novità sul caso del peschereccio Nuova Iside e della sua connessione con la petroliera Vulcanello.


Sarebbero già state trovate tracce di vernice sulla prua della petroliera nei giorni scorsi, ma adesso sembrerebbe che lo scafo di quest’ultima sia stato riverniciato circa dieci giorno dopo la scomparsa del peschereccio.


Secondo le indagini della Procura di Palermo sembrerebbe che la petroliera tra il 22 e il 27 maggio abbia subito una riverniciatura disposta dai funzionari della società armatrice Augusta due Srl, quando la petroliera era nella tratta tra Vibo Valentia e Augusta.


Questo avrebbe poi portato a scoprire che lo scafo sarebbe stato modificato quasi completamente, verosimilmente per occultare anche elementi probatori utili alle indagini. Per questo sarebbe stato indagato Raffaele Brullo, facente parte della società armatrice.



Immagine di repertorio