Capi di abbigliamento contraffatti: maxi sequestro in due negozi del Catanese

Capi di abbigliamento contraffatti: maxi sequestro in due negozi del Catanese

CATANIA – I Finanzieri del comando provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei controlli a contrasto della commercializzazione di prodotti illegali e potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori, hanno sequestrato a Giarre ed a Zafferana Etnea 75 capi di abbigliamento contraffatti, per un valore complessivo che ammonta ad oltre 8.000 euro.


In particolare, nel corso dell’intervento eseguito in due punti vendita siti nei centri storici di Giarre e di Zafferana Etnea, gestiti da un imprenditore locale, le Fiamme Gialle della compagnia di Riposto e della Tenenza di Acireale hanno individuato diversi pantaloni, giubbotti e borse che riproducevano illecitamente marchi e altri segni distintivi di importanti case di moda e di abbigliamento, così da indurre in errore l’acquirente finale sulla loro legittima provenienza.


Le attività della Guardia di Finanza eseguite nel settore della ‘‘lotta alla contraffazione’’ si pongono a tutela del consumatore che può essere talora indotto ad acquistare, inconsapevolmente, prodotti “insicuri” venduti a prezzi più competitivi di quelli praticati dagli operatori commerciali che operano nella legalità avvalendosi di canali regolari di distribuzione, in danno alle regole del mercato concorrenziale.



Per quanto sopra, il legale rappresentante della società è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Catania per il reato di “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e di “ricettazione”, che prevede la pena della reclusione fino a 4 anni e la multa da euro 3.500 ad euro 35.000.