Caos post bomba d’acqua a Palermo: l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco Orlando

Caos post bomba d’acqua a Palermo: l’opposizione chiede le dimissioni del sindaco Orlando

PALERMO – Bufera nella bufera a Palermo dove, dopo la bomba d’acqua che ha piegato la città ieri, le opposizioni in Consiglio comunale hanno presentato mozione di sfiducia al sindaco Leoluca Orlando.


Un atto che sarebbe già stato presentato lo scorso novembre da 18 consiglieri (saliti adesso a 19), ma accantonato con l’emergenza sanitaria che scoppiata nel nostro paese.


“La tragedia sfiorata ieri non è altro che l’ennesima riprova di come questa città sia in stato di totale abbandono“: sono queste le parole di Forza Italia, Lega, Movimento 5 Stelle, Fratelli d’Italia, Oso, Coraggiosi, +Europa, Udc, Diventerà Bellissima.


Una situazione, a detta dell’opposizione, insostenibile: “Non è possibile attendere altri due anni. I cittadini palermitani non possono aspettare. È per questa ragione che oggi abbiamo deciso di depositare una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco, che ha dimostrato di non essere in grado di gestire questa città. Non ci sono alternative, Orlando deve dimettersi“.

Immagine di repertorio